Focus. Il Mare contro la Terra: la geopolitica di Carl Schmitt vista da de Benoist e Freund

  È in uscita, dal tre marzo 2019, il saggio Il Mare contro la Terra. Carl Schmitt e la globalizzazione edito da Diana Edizioni. In questo lavoro i due filosofi francesi Alain de Benoist e Julien Freund, esaminano dal loro punto di vista Terra e Mare, l’illustre opera di Carl Schmitt, scritta nel 1942. Due … Leggi tutto Focus. Il Mare contro la Terra: la geopolitica di Carl Schmitt vista da de Benoist e Freund

«Serotonina» di Houellebecq provoca ma non convince

  «Quando si sprofonda nella vera notte, nella notte polare, quella che dura sei mesi di seguito, persiste il concetto o il ricordo del sole» La Serotonina è il neurotrasmettitore che regola il nostro benessere psicofisico, conosciuto ai più come “l’ormone del buon umore”. Dal dieci gennaio 2019, è anche il titolo dell’ultimo romanzo di Michel Houellebecq, edito … Leggi tutto «Serotonina» di Houellebecq provoca ma non convince

Il Barone immaginario in 18 racconti. Julius Evola e la sua vita quasi irreale

  “[...] A Carl Jung, l’indagatore dell'inconscio, ho permesso di vedere più nitidamente i grandi mandala cosmici che lui chiama archetipi, e che s’insinuarono nei sogni del primo uomo. Ad Hermann Hesse, scrittore senza più ispirazione, ho forse dato qualche spunto per dei futuri libri… [...] Ma il dolore nasce dal desiderio; la tua più … Leggi tutto Il Barone immaginario in 18 racconti. Julius Evola e la sua vita quasi irreale

Alle frontiere dell’occulto di Meyrink: l’opera che chiude il cerchio sull’autore

    Un pomeriggio di inizio primavera passai a trovare Andrea Scarabelli, maître à penser della Collana L’Archeometro, edita da Bietti Edizioni. Parlando dei volumi in uscita e dei prossimi progetti di entrambi, vidi davanti a lui dei fogli. Improvvisamente, il suo viso si illuminò. Non volle dirmi nulla, solamente che l’opera cui stava lavorando … Leggi tutto Alle frontiere dell’occulto di Meyrink: l’opera che chiude il cerchio sull’autore

Céline un profeta dell’Apocalisse ? Figlio dei suoi tempi, riconobbe l’avvenire

  “[...] Bene, io dico quel che si fa sono romanzi inutili, perché ciò che conta è lo stile, e allo stile nessuno vuole piegarsi. Richiede un enorme lavoro, e alla gente non piace il lavoro, non vivono per lavorare, vivono per godere della vita, e ‘sta cosa richiede un enorme lavoro, molto, nevvero. [...]” … Leggi tutto Céline un profeta dell’Apocalisse ? Figlio dei suoi tempi, riconobbe l’avvenire

Il vascello di Ishtar di Abraham Merritt naviga in acque sicure

  “Le nostre verità non valgono più di quelle dei nostri antenati. Avendo sostituito ai loro miti e ai loro simboli dei concetti, ci riteniamo ‘progrediti’; ma quei miti e quei simboli non esprimono meno dei nostri concetti”. Da questo breve ma intenso pensiero, riportato dal Sommario di decomposizione di Emil Cioran, nascono alcune riflessioni … Leggi tutto Il vascello di Ishtar di Abraham Merritt naviga in acque sicure